IC STIENTA

Funzionigramma

Print Friendly, PDF & Email

Incarichi e funzioni dei docenti

Collaboratore del Dirigente Scolastico (ex vicario) – Prof. ssa Lipari Cristina

  • Sostituzione del D.S. in caso di assenza per impegni istituzionali, malattia, ferie, permessi, con delega alla firma degli atti;
  • Supporto alla gestione dei flussi comunicativi interni ed esterni
  • Sostituzione dei docenti assenti su apposito registro con criteri di efficienza ed equità in raccordo con il secondo Collaboratore e i Coordinatori di plesso; Coordinamento della vigilanza sul rispetto del regolamento d’Istituto da parte degli alunni e genitori (disciplina, ritardi, uscite anticipate, ecc);
  • Controllo firme docenti alle attività collegiali programmate;
  • Coordinamento di Commissioni e gruppi di lavoro e Raccordo con le funzioni strumentali e con i Referenti/Responsabili di incarichi specifici operanti nell’Istituto, con particolare riguardo alla Scuola Primaria e Infanzia;
  • Contatti con le famiglie;
  • Supporto al lavoro del D.S. e partecipazione alle riunioni periodiche di staff.

 Secondo Collaboratore: Dott.ssa Monchi Cristina  

  • Collaborazione con il D.S. ed il Docente Collaboratore (ex Vicario)
  • nelle sostituzioni giornaliere dei docenti assenti (scuola secondaria I grado);
  • per il controllo del rispetto del regolamento d’Istituto da parte di alunni e famigli e (disciplina, ritardi, uscite anticipate, ecc.)
  • per il supporto ai flussi informativi e comunicativi interni ed esterni
  • Raccordo con le funzioni strumentali e con i Referenti/Responsabili di incarichi specifici operanti nell’Istituto, con particolare riguardo alla scuola primaria
  • Coordinamento delle attività di documentazione educativa e organizzativa
  • Supporto al lavoro del D.S. e partecipazione alle riunioni periodiche di staff

Coordinatori di plesso (fiduciari): Lizzio Rosanna (Infanzia Ficarolo), Pirani Ilenia (Infanzia Salara), Bianchi Stefania (Primaria Salara),  Morari Teresa Silvia (Primaria Ficarolo), Zuffi Francesca (Primaria Gaiba), Monchi Cristina (Primaria Stienta), Lipari Cristina (Secondaria Stienta), Bombonato Letizia (Secondaria Ficarolo).

  • Collaborazione con il D.S. ed il Docente Collaboratore (ex Vicario)
  • Segnalazione tempestiva delle emergenze
  • Verifica giornaliera delle assenze, delle sostituzioni delle eventuali variazioni d’orario
  • Vigilanza sul rispetto del Regolamento di Istituto (alunni e famiglie)
  • Raccordo con le funzioni strumentali e con gli eventuali Referenti/Responsabili di incarichi specifici nei plessi
  • Supporto ai flussi comunicativi e alla gestione della modulistica
  • Collegamento periodico con la Direzione e i docenti Collaboratori
  • Contatti con le famiglie

Gruppo di lavoro – STAFF di direzione: è formato dal DSGA, dai collaboratori del dirigente, dai coordinatori di plesso e dalle funzioni strumentali.

Comitato per la valutazione dei docenti

Il dirigente scolastico, sulla base dei criteri  individuati dal comitato per la  valutazione  dei  docenti,  istituito  ai  sensi dell’articolo 11 del testo unico di cui  al  decreto  legislativo  16 aprile 1994, n. 297, come  sostituito  dal  comma  129  del  presente articolo, assegna annualmente al  personale  docente  una  somma  del fondo di cui al comma 126 sulla base di motivata valutazione. La somma definita bonus, è destinata a valorizzare il merito del  personale  docente   di   ruolo   delle istituzioni scolastiche di  ogni  ordine  e  grado  e  ha  natura  di retribuzione accessoria. Presso ogni istituzione scolastica ed educativa e’ istituito, senza nuovi o maggiori oneri  per  la  finanza  pubblica,  il  comitato   per   la valutazione dei docenti.  Il comitato ha durata di tre anni scolastici, è presieduto  dal dirigente scolastico ed è costituito dai seguenti componenti:

  1. tre docenti dell’istituzione scolastica, di cui due scelti dal collegio dei docenti e uno dal consiglio di istituto;
  2. due rappresentanti dei genitori, per la scuola dell’infanzia e per il primo ciclo di istruzione; un rappresentante degli studenti e un rappresentante dei genitori, per il secondo ciclo  di  istruzione, scelti dal consiglio di istituto;
  3. un componente esterno individuato dall’ufficio scolastico regionale tra docenti, dirigenti scolastici e dirigenti tecnici.

 Il comitato individua i criteri per la valorizzazione dei docenti sulla base

a)  della qualità dell’insegnamento e   del   contributo   al miglioramento dell’istituzione scolastica, nonché   del   successo formativo e scolastico degli studenti;

b) dei risultati ottenuti dal docente o dal gruppo di docenti in relazione al potenziamento delle competenze   degli   alunni   e dell’innovazione   didattica   e  metodologica, nonché   della collaborazione alla ricerca didattica, alla documentazione  e  alla diffusione di buone pratiche didattiche

c) delle responsabilità assunte nel coordinamento organizzativo e didattico e nella formazione del personale.

 Il comitato esprime altresì il proprio parere sul superamento del periodo di formazione e di prova per il personale docente ed educativo. A tal fine il comitato è composto dal dirigente scolastico, che lo presiede, dai docenti di cui sopra, ed è integrato dal docente a cui sono affidate le funzioni di tutor.

 

Coordinatore del Consiglio di classe – Scuola secondaria di I grado

Coordina la programmazione di classe relativa alle attività sia curricolari che extra-curricolari, attivandosi in particolare per sollecitare e organizzare iniziative di sostegno agli alunni in difficoltà, soprattutto nelle classi iniziali e in quelle in cui sono nuovi inserimenti; Costituisce il primo punto di riferimento per i nuovi insegnanti circa i problemi specifici del consiglio di classe, fatte salve le competenze del dirigente. Si fa portavoce delle esigenze delle componenti del consiglio, cercando di armonizzarle fra di loro. Informa il dirigente sugli avvenimenti più significativi della classe, riferendo sui problemi rimasti insoluti.  Mantiene il contatto con i genitori, fornendo loro informazioni globali sul profitto, sull’interesse e sulla partecipazione degli studenti, fornisce inoltre suggerimenti specifici in collaborazione con gli altri docenti della classe soprattutto nei casi di irregolare frequenza ed inadeguato rendimento. Alla nomina di coordinatore di classe è connessa la delega a presiedere le sedute del Consiglio di classe, quando ad esse non intervenga il dirigente scolastico. 

 

1 A Sec. Ficarolo

Patarini Valeria

2 A Sec. Ficarolo

Bolognati Barbara

3 A Sec. Ficarolo

Menghini Patrizia

1 B Sec. Ficarolo

Altafini Paola

2 B Sec. Ficarolo

Valentini Serena

3 B Sec. Ficarolo

Bombonato Letizia

1 A Sec. Stienta

Peccini Alessandra

2 A Sec. Stienta

Pizzo Alessandra

2 B Sec. Stienta

Marzola Silla

3 A Sec. Stienta

Sitta Gloria

 

Funzioni Strumentali al PTOF

Ciascuna Funzione Strumentale (indicata come FS) opera sulla base di uno specifico progetto che indica gli obiettivi e le modalità di lavoro. A conclusione dell’anno scolastico, le FS presentano una relazione di verifica degli interventi effettuati.

Le FS sono figure di sistema, svolte da insegnanti in servizio nei tre gradi scolastici, che si occupano di promuovere, organizzare e coordinare le attività nelle seguenti aree:

Funzione Strumentale/Area  Docente/i Area intervento
F.S. Inclusione  Marzola Silla

 

Auditore Rossana

Hanno la funzione di rilevare situazioni di svantaggio,
coordinare e monitorare progetti di recupero; coordinano e curano i rapporti tra gli operatori socio-sanitari, la scuola e le famiglie degli alunni diversamente abili; coordinano attività connesse e la stesura dei documenti relativi. Raccolgono le segnalazioni di situazioni di
svantaggio delle varie scuole; facilitano l’accoglienza e l’inserimento di nuovi alunni stranieri;
coordinano e monitorano i progetti volti al recupero di situazioni di difficoltà e disagio scolastico.
F.S. Orientamento Altafini Paola Sovrintendono i progetti e le attività relative
all’orientamento alle scuole secondarie di I°. Partecipano alle attività in rete.
 Referenti Invalsi Popolla M.Antonietta

 

Ferri Violetta

Raccolgono e analizzano i dati sull’andamento scolastico
degli alunni al fine di valutare l’azione educativa e didattica nel tempo; organizzano e coordinano le attività relative alle prove INVALSI, propongono azioni correttive e di miglioramento.
RAV, PdM, PTOF: Popolla M. Antonietta 

 

Ferri Violetta

Coordinano il lavoro per la gestione, la stesura e
l’aggiornamento del PTOF, fino alla verifica. Coordinano progetti di ampliamento dell’offerta formativa. Sovrintendono il processo di autovalutazione e propongono obiettivi di miglioramento della performance d’Istituto.
Area Sito Web/Registro Elettronico

 

 

Aggiornamento  sito Web dell’Istituto e  azioni di supporto per l’aggiornamento continuo e la compilazione del Registro Elettronico.
 

 

Animatore Digitale

 

Zaghi Denis Organizzazione di attività e laboratori per formare la comunità scolastica sui temi del PNSD; individuazione di soluzioni metodologiche e tecnologiche sostenibili (ambienti di apprendimento integrati, biblioteche multimediali, ammodernamento di siti internet, etc.); diffusione di una cultura digitale condivisa tra tutti i protagonisti del mondo dell’istruzione, stimolando soprattutto la partecipazione e la creatività degli studenti.

 

Nucleo Interno di Valutazione (NIV): coordina attività legate al miglioramento della qualità nell’erogazione del servizio, elabora un rapporto annuale ad uso degli organi della istituzione scolastica, finalizzato all’autovalutazione.

Il nucleo è composto da: Dirigente scolastico, collaboratori del dirigente, DSGA, funzioni di sistema.

Organo di Garanzia (rappresentante docenti): Bianconi Claudia, Dalnuoni Silvia, Zaghi Denis

Articolazioni del Collegio: Dipartimenti – Commissioni – Gruppi di lavoro

Dipartimenti disciplinari

Tutti i docenti divisi per plesso partecipano alla

  • costruzione dell’unità di competenza

Gruppo di Lavoro Piano di inclusione:

Presieduto dal Dirigente Scolastico (o suo delegato), ha il compito di 

  • Elaborare il piano di inclusione annuale e coordinare gli interventi per i Bisogni Educativi Speciali
  • Elaborare lo schema di riferimento del Piano di Inclusione (PEP); offrire consulenza ai docenti
  • Promuovere attività di rilevazione precoce delle difficoltà di apprendimento
  • Fornire strumenti per migliorare la relazione docente/alunno
  • Promuovere la formazione dei docenti sul disagio
  • Promuovere sinergie con gli enti del territorio

 

  1. Gruppo accoglienza degli alunni di cittadinanza non italiana

Coordinato dalla Funzione Strumentale Inclusione

  • Somministrare le prove di ingresso da parte delle insegnanti del plesso e valutare l’inserimento nella classe;
  • Proporre l’assegnazione nuovi alunni alle classi
  • Raccogliere informazione sul bambino, sul percorso scolastico e sulla sua biografia
  • Gestire Colloqui con la famiglia  alla presenza del mediatore culturale ed esperti per la rilevazione delle competenze e  per compilare il profilo scolastico in entrata
  • Programmare laboratori linguistici e interventi individualizzati
  • Promuovere sinergie con gli enti del territorio
  1.  Gruppo  Integrazione Handicap

Coordinato dalla Funzione Strumentale Inclusione, in collaborazione con tutte le docenti di sostegno dell’istituto

  • Elaborare lo schema di riferimento del Dossier alunno (ex PEI); offrire consulenza ai docenti sul suo utilizzo
  • Definire progetti per specifiche esigenze
  • Organizzare degli spazi per specifiche esigenze
  • Favorire la continuità tra i diversi gradi scolastici e il raccordo tra i vari docenti di sostegno
  • Promuovere sinergie con gli enti del territorio
  • Piano educativo personalizzato alunni DSA

 Commissione Continuità

Coordinato dalla Funzione Strumentale Continuità in collaborazione con le responsabili di sede 

  • Definire iniziative in verticale tra i diversi gradi scolastici: Progetti Ponte
  • Definire il quadro di riferimento per le attività orientative nelle singole classi
  • Progettare azioni e interventi per l’orientamento scolastico in ogni grado scolastico
  • Curare la diffusione di informazioni e la comunicazione con l’utenza

Commissione Orario

Secondaria primo grado

  • Piano orario dei docenti
  • Piano delle compresenze/contemporaneità e piano delle sostituzioni
  • Verifica orario e eventuali modificazioni in corso d’anno

Docenti: Lipari Cristina , Bombonato Letizia

 Area Sicurezza

Responsabile del Servizio di prevenzione e protezione: Dott.ssa  Monchi Cristina (Docente Interna)  ha la responsabilità della sicurezza e salute dei lavoratori sui luoghi di lavoro, in ottemperanza ai requisiti specifici del
Testo unico in materia di sicurezza (D.Lgs.81\2008): 

  • individua i fattori di rischio, valuta i rischi,
  • individua le misure di sicurezza e salubrità dell’ambiente di lavoro;
  • elabora le misure preventive e protettive e i sistemi di controllo delle misure adottate;
  • elabora le procedure di sicurezza per le varie attività aziendali;
  • propone programmi di formazione e informazione per i lavoratori (art. 33);
  • indice la riunione periodica almeno una volta l’anno, obbligatoria per tutte le aziende che hanno più di 15 dipendenti. Alla riunione devono partecipare: datore di lavoro, RSPP, tutto il SPP, il medico competente (qualora presente), RLS (qualora presente).

Referenti per la sicurezza nei singoli plessi:

Infanzia Ficarolo: Lizzio Rosanna

Infanzia Salara: Furini Giovanna (ASPP)

Primaria Salara: Bianchi Srefania

Primaria Ficarolo: Morari Teresa Silvia

Primaria Gaiba: Zuffi Francesca

Primaria Stienta: Monchi Cristina

Secondaria Stienta: Lipari Cristina

Secondaria Ficarolo: Bombonato Letizia

SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE

In ottemperanza al D.Lgs. 81/2008 è istituito il Servizio di Prevenzione e Protezione d’Istituto, formato da un addetto per ogni plesso scolastico, (ASPP, Responsabile di Sede formato), il Responsabile del S.P.P., il Dirigente Scolastico, il Rappresentante dei lavoratori per la Sicurezza.
All’interno di ogni plesso, l’addetto è coadiuvato da altro personale appositamente incaricato sia nell’ambito del piano di emergenza per svolgere le specifiche funzioni previste nello stesso, che per svolgere attività di gestione e controllo delle aule attrezzate e di sussidi e materiali vari.
Funzioni:
Provvede:
✓ all’individuazione dei fattori di rischio, alla valutazione dei rischi e all’individuazione delle misure per la sicurezza e la salubrità degli ambienti, sulla base della specifica conoscenza dell’organizzazione dell’Istituto stesso;
✓ ad elaborare, per quanto di competenza, le misure preventive e protettive e i sistemi di controllo di tali misure;
✓ ad elaborare le procedure di sicurezza per le varie attività svolte all’interno dell’Istituto;
✓ a proporre i programmi di informazione e formazione dei lavoratori;
✓ a partecipare alle consultazioni in materia di tutela della salute e della sicurezza;
✓ a fornire ai lavoratori le informazioni.

⇒ Addetto al Servizio di Prevenzione e Protezione e Responsabili di Sede quali referenti PER LA SICUREZZA (Figura Dirigenziale con formazione di 16 ore)

Funzioni:
I compiti di ogni ASPP e responsabile di plesso all’interno di ogni plesso sono i seguenti:
✓ coordinare il plesso per tutto ciò che attiene alla sicurezza (attuazione delle misure di prevenzione incendi, di evacuazione, di primo soccorso, di emergenza, igiene);
✓ elaborare e aggiornare i piani di emergenza;
✓ riferire i problemi in materia di sicurezza, riscontrati nella scuola;
✓ coordinare il plesso nell’applicazione delle misure di sicurezza disposte e delle istruzioni
impartite, ferma la responsabilità di ognuno in materia;
✓ elaborare proposte in materia di sicurezza;
✓ verificare e controllare la disponibilità e il contenuto della cassetta di primo soccorso;
✓ riferire su situazioni di igiene, di pulizia dei locali, sulla refezione;
✓ conoscere i sistemi di prevenzione incendi (estintori, idranti, uscite di emergenza, piano di
emergenza, di evacuazione, primo soccorso);
✓ intervenire in caso d’incendio;
✓ conoscere e aggiornare i recapiti telefonici dei servizi pubblici e presidi sanitari competenti della zona;
✓ intervenire in caso di infortunio onde evitare che all’infortunato siano portate azioni di soccorso non corrette;
✓ fornire le informazioni ai lavoratori;
✓ analizzare, dal punto di vista della sicurezza, l’organizzazione di attività collettive, gli acquisti di materiale e sussidi vari;
✓ raccogliere e custodire nel plesso tutta la documentazione in materia.

 

 Addetti antincendio del ‘Servizio di prevenzione e protezione’

L’addetto collabora con gli altri membri del servizio di prevenzione e protezione e con il R.S.P.P. e svolge le seguenti funzioni:

 Compiti del “Lavoratore incaricato” in supporto del SPP

  1. emanare ordine di evacuazione.
  2. diffondere ordine di evacuazione.
  3. controllare operazioni di evacuazione
  4. effettuare chiamate di ‘pronto soccorso’
  5. interrompere utenze (gas – energia elettrica – acqua).      
  6. controllo periodico estintori/idranti
  7. controllo quotidiano delle vie d’uscita.
  8. controllo apertura accessi esterni. interruzione del traffico.
  9. preposto ‘controllo divieto fumo’.
  • verifica delle  ‘procedure di evacuazione’ (con particolare riferimento ai ‘tempi’ per raggiungere il ‘punto di raccolta prefissato) in caso di incendio;
  • aggiornamento ‘registro antincendio’;
  • verifica degli  ‘interventi di manutenzione’ delle ditte specializzate.

 Addetti “Primo soccorso’ del ‘servizio di prevenzione e protezione’

L’addetto collabora con gli altri membri del servizio di prevenzione e protezione (indicati nell’‘organigramma’) e con il R.S.P.P. con le seguenti funzioni: 

  • verifica il contenuto dell’armadietto di pronto soccorso in base al d.m.388/15.07.03;
  • predispone le ‘procedure’in materia di pronto soccorso e di assistenza medica;
  • organizza i rapporti con i servizi esterni, anche per un eventuale trasferimento di un infortunato;
  • predispone il “cartello dei numeri utili”per eventuali chiamate di ‘pronto soccorso’

Preposto ‘controllo divieto fumo’

Controllo dell’osservanza del divieto di fumo nei locali della scuola: docenti responsabili di sede.

Commissione Burnout- Stress da lavoro correlato  

Monchi Cristina (referente) in collaborazione con le docenti responsabili di sede

RSU – Rappresentanza sindacale unitaria 

  • Eletta dal personale, rappresenta il personale nella Contrattazione integrativa di Istituto: Bimbati Domenico Furini Emanuela, Zoppellari Maria Grazia  

Incarichi e funzioni del personale ATA

Servizi e compiti degli assistenti amministrativi

 Rosanna Paramati
 DSGA

 

(Direttore Servizi  Generali Amministrativi)

Letizia Liberale
Ufficio didattico e personale
Domenico Bimbati Ufficio didattico e personale
   

 

Collaboratori scolastici

Collaboratore  scolastico Plesso lavorativo
Liberale Laura – Zoppellari Maria Grazia Infanzia Ficarolo
Biasin Paola – Bononi Silvia Infanzia   Salara
Cestari Iris – Rabacchin Antonella Primaria  Ficarolo
Guerrini  Beatrice Primaria   Salara
Masini Emilia Primaria  Gaiba
Malaman  Mirca  –  Presti Daniel Primaria  Stienta
Russo Danilo Secondaria  Stienta
Cifarelli Anna – Zoppellari M. Grazia Secondaria  Ficarolo
Roccato Silvia Secondaria Stienta-Primaria Gaiba